Ogni cosa a suo tempo: 5°serata Genitori A Scuola!

Chi meglio di Claudio Riva , psicologo e psicoterapeuta, poteva svelarci che educare (ed educarsi) alla sessualità è un percorso che dura un vita?  Che la sessualità non si esaurisce nell’atto sessuale, che c’è differenza tra identità di genere ed orientamento sessuale, che la sessualità è “liquida”, che esistono tappe evolutive nello sviluppo sessuale…

 

Per riassumere per punti, gli argomenti trattati, partiamo proprio dalle FASI:

  1. ORALE: nel 1° anno di vita il neonato “assapora il mondo”
  2. ANALE: dal 2° anno di vita “impara a trattenere e rilasciare”
  3. FALLICA: dal 3° anno di vita il bambino “germoglia”

che se non “risolte” possono degenerare, dando origine a vari disturbi comportamentali e/o sessuali. Le tre fasi culminano nella risoluzione del complesso di Edipo nel bimbo e del complesso di Elettra nella bimba. Sostanzialmente a 5-6 anni la personalità è strutturata ed orientata sessualmente. Segue il PERIODO DI LATENZA, che coincide solitamente con il periodo di frequentazione della scuola primaria, per giungere alla fatidica PREADOLESCENZA-ADOLESCENZA, in cui avviene la grande trasformazione fisica e psichica.

In quest’ultima fase, raccogliamo ciò che abbiamo seminato, ma vale la pena sottolineare l’importanza di:

  1. Dipendenza ed autonomia
  2. Educare alla legalità
  3. Educare al sentimento
  4. Rispettare i tabù
  5. Valorizzare i riti
  6. Coltivare la gentilezza
  7. Esserci comunque

 

Commenti chiusi